Offerta Didattica

 

FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI FISIOTERAPISTA)

MEDICINA DELLO SVILUPPO E RIABILITAZIONE

Classe di corso: L/SNT2 - Classe delle lauree in Professioni sanitarie della riabilitazione
AA: 2016/2017
Sedi: MESSINA
SSDTAFtipologiafrequenzamoduli
MED/38, MED/39, MED/34, MED/48CaratterizzanteObbligatoriaObbligatoria
CFUCFU LEZCFU LABCFU ESEOREORE LEZORE LABORE ESE
4400323200
Legenda
CFU: n. crediti dell’insegnamento
CFU LEZ: n. cfu di lezione in aula
CFU LAB: n. cfu di laboratorio
CFU ESE: n. cfu di esercitazione
FREQUENZA:Libera/Obbligatoria
MODULI:SI - L'insegnamento prevede la suddivisione in moduli, NO - non sono previsti moduli
ORE: n. ore programmate
ORE LEZ: n. ore programmate di lezione in aula
ORE LAB: n. ore programmate di laboratorio
ORE ESE: n. ore programmate di esercitazione
SSD:sigla del settore scientifico disciplinare dell’insegnamento
TAF:sigla della tipologia di attività formativa
TIPOLOGIA:LEZ - lezioni frontali, ESE - esercitazioni, LAB - laboratorio

Obiettivi Formativi

NEUROPSICHIATRIA INFANTILE Disturbi motori: paralisi cerebrali infantili, sindromi ipotoniche centrali e periferiche, malattie neuromuscolari. Disordini del neurosviluppo Epilessie del bambino PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA Ruolo della fisioterapia nel trattamento delle patologie pediatriche. Patologie pediatriche più comuni eventualmente risolvibili con trattamento fisioterapeutico. Il fisioterapista nella gestione del bambino con patologie respiratorie croniche. Principi generali di fisiopatologia nelle malattie respiratorie croniche. Ruolo del fisioterapista nella gestione delle patologie osteoarticolari del bambino e delle malformazioni ortopediche congenite. Patologie muscolari e neurologiche del bambino e ruolo del fisioterapista nella loro gestione terapeutica. MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA 1) Sviluppo motorio del bambino 2) ICF CHILDREN AND YOUTH, riabilitazione vs abilitazione; Rilettura dei concetti di menomazione - disabilità - handicap nella patologie neurologiche in età evolutiva; · il ruolo del bambino, dei genitori, del fisioterapista e dei sanitari 3) Paralisi cerebrale infantile e intervento riabilitativo; tecniche classiche; nuove metodiche riabilitative (CIMT; HABIT); complicanze ortopediche e principi di chirurgia funzionale 4) Il trattamento della spasticità nelle PCI 5) Malattie neuromuscolari: inquadramento clinico e progetto riabilitativo 6) Paralisi ostetrica: anatomia del plesso brachiale; lesioni del nervo e meccanismi riparativi; etiologia della PO; forme cliniche di PO; evoluzione e possibili sequele; trattamento riabilitativo (metodiche classiche, nuove metodiche, uso della tossina botulinica); trattamento post-chirurgico FISIOTERAPIA IN ETA' EVOLUTIVA -Conoscenze neurofisiologiche e loro implicazioni nella pratica  Terapeutica. - Segreto professionale; La relazione con il bambino, con i genitori; Multidisciplinarietà, ruolo dell’Equipe (PRI); la comunicazione sulle condizioni di salute. - cartella clinica ( relazioni scritte ). -Essere in grado di osservare il bambino disabile e di valutarne le FUNZIONI ADATTIVE; approccio al Bambino (Programma Individualizzato): centralità della relazione, alleanza, gioco, risposta/proposta del bambino (adeguamento alla sua specificità e unicità), setting, capacità/problemi percettivi, integrazione sensoriale, sviluppo. -Riuscire ad identificare gli obiettivi di trattamento costruendo un progetto individualizzato, nel  rispetto dei tempi (appuntamenti funzionali), dei modi (approccio ecologico e olistico ) e della  storia clinica della patologia. -Saper identificare gli strumenti ed i materiali adeguati per realizzare il setting adatto a “quel”  bambino, per costruire una relazione significativa col bambino e la sua famiglia, per facilitarlo o  portarlo ad esprimere tutte le sue potenzialità (movimento inteso come azione ,vissuto come piacere e importanza della sua funzionalità e motivazione). - Scale di valutazione (G.M.F.M. …) - Cenni storici e teorici: Doman, Vojta, Bobath, Milani Comparetti, Terzi, Perfetti/Puccini, Wolf...Pierro - le problematiche del Bambino con Spina Bifida, malattie Neuromuscolari, paralisi ostetrica, Piede torto e torcicollo piogeno, sclerosi multipla adolescenziale, dopo intervento chirurgico…

Learning Goals


Metodi didattici

Lezioni frontali RICEVIMENTO COORDINATORE: Di Rosa/Gabriella Mercoledì 8:30- 9:30 Neuropsichiatria Infantile; Corridoio Studi Medici Preavviso via email ( minimo 2 giorni) gdirosa@unime.it

Teaching Methods


Prerequisiti

Rispetto della propedeuticità prevista dall'ordinamento del corso

Prerequisites


Verifiche dell'apprendimento

Esame orale

Assessment


Programma del Corso

semiology of psychomotor development PCI Diagnosi differenziale delle ipotonie ( centrale versus neuromuscolare). malattie neuromuscolari, sindrome di Down. Disordini del neurosviluppo Epilessie dell'età evolutiva. PARALISI OSTETRICHE TECNICHE DI RIABILITAZIONE RUOLO DEL TERAPISTA NELLE PRINCIPALI PATOLOGIE IN PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA E RUOLO DEL FISIOTERAPISTA

Course Syllabus


Testi di riferimento: 1) Ferrari A, Lodesani M, Muzzini S,: (1993) "Paralisi cerebrali infantile. Storia naturale e orientamenti riabilitativi" Ed. Del Cerro 2) Ferrari A, Cioni G.: "Le forme spastiche della paralisi cerebrale infantile" Ed Springer (2005) 3) Ferrari A,: "Malattie neuromuscolari: appunti di clinica e riabilitazione" Ed Ghedini (1983) 4) Bertozzi L., Mora I., Montanari L’Architettura delle funzioni. Lo sviluppo neuromotorio del bambino fra normalità e patologia. Springer-Verlag, Milano 2002. 5) Casuscelli L., Trasformazione di un dolore, casa editrice Kimerik, Patti (ME) 2015. 4. Puccini P., Perfetti C., L'intervento riabilitativo nel bambino affetto da paralisi cerebrale infantile. 1972. 6). La valutazione delle Funzioni Adattive nel bambino con Paralisi cerebrale del GIPCI a cura di Fedrizzi E. Ed Angeli, 2000 7) NELSON, TRATTATO DI PEDIATRIA 8) MATERIALE DIDATTICO FORNITO DAI DOCENTI E ARTICOLI DELLA LETTERATURA SCIENTIFICA

Elenco delle unità didattiche costituenti l'insegnamento

PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA

Docente: FILIPPO DE LUCA

Orario di Ricevimento - FILIPPO DE LUCA

Dato non disponibile

NEUROPSICHIATRIA INFANTILE

Docente: GABRIELLA DI ROSA

Orario di Ricevimento - GABRIELLA DI ROSA

GiornoOra inizioOra fineLuogo
Martedì 11:00 12:00UOC di Neuropsichiatria Infantile, PAD. NI, piano 2
Note:

MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA

Docente: ADRIANA TISANO

Orario di Ricevimento - ADRIANA TISANO

GiornoOra inizioOra fineLuogo
Martedì 12:00 13:00Pad. E 5° piano
Note:

FISIOTERAPIA IN ETA' EVOLUTIVA

Docente: FILIPPO CAVALLARO

Orario di Ricevimento - FILIPPO CAVALLARO

Dato non disponibile
  • Segui Unime su:
  • istagram32x32.jpg
  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • UnimeMobile
  • tutti